Non avere paura di condividere le proprie passioni: la storia dei Vibes

Non avere paura di condividere le proprie passioni: la storia dei Vibes

Tra le associazioni giovanili coinvolte nella rete del Polo Brianza Est ci sono i Vibes ASD. Abbiamo chiacchierato con Giovanni Nova, il presidente dell’associazione sin dalla sua costituzione.

Come nasce l’Associazione Vibes?

I Vibes nascono nel 2019 dall’idea di unire le passioni che accomunano me, Andrea, Simone e Filippo (gli altri fondatori) e diffondere la pratica dello skateboarding, della giocoleria ed altre arti collegate alla cultura di strada. I primi eventi, promossi come associazione sportiva dilettantistica, si sono svolti nella città di Lecco, in particolare nel rione di Belledo, dove abbiamo iniziato a proporre corsi di skate e giocoleria aperti a tutti.
Nel marzo del 2020 ci siamo aggiudicati la concessione per la gestione dell’area dello “Lo Spot” con il Comune di Galbiate, in cui abbiamo creato il nostro centro sportivo e bar: un luogo importante, che ci consente di promuovere a pieno le nostre attività e la nostra filosofia.

Ci racconti di più su “Lo spot” e quali sono le attività che vi svolgete? Si sono modificate nel tempo?

Visto il periodo di restrizioni per la pandemia, abbiamo avuto il tempo di dedicarci alla manutenzione e riqualificazione di quello che oggi chiamiamo appunto “Lo Spot” ovvero “Il posto”. Nel gergo skate indica proprio un luogo urbano adatto per “skatare” ma può essere utilizzato nel linguaggio più comune per indicare un luogo “fico” per lo svolgimento di qualsiasi attività, dallo skate, al parkour, al basket al semplice bersi una birra con gli amici o gustarsi un bel panorama.

Abbiamo immaginato questo spazio come un vero e proprio luogo di aggregazione, in cui i giovani possono venire a divertirsi e sprigionare le loro energie, che include persone con interessi e con passioni diverse e variegate: una comunità aperta e attiva sul territorio.

Il Comune di Galbiate ci ha successivamente messo in contatto con Simone Buzzella, operatore per Girasole su tutto il territorio del Polo Brianza Est, e siamo stati catapultati nella grande rete di associazioni, cooperative e altri enti che gestiscono servizi e creano eventi sul territorio. Grazie a questa connessione, abbiamo iniziato a sviluppare progetti educativi nelle scuole, nei servizi in gestione alle cooperative, ad organizzare eventi e progetti esterni davvero molto interessanti e con un’importante ricaduta sociale.

Com’è stato per voi entrare in connessione con questa rete?

I rapporti con le altre realtà sono iniziati gradualmente, prima in piccole iniziative e poi in progetti più ampi, come Safety Car e KIT Keep In Touch, diventando anche i capofila del progetto di Polo Stare Bene Insieme, dedicato agli adolescenti e giovani.

È stato un modo per metterci in gioco ed esplorare nuove possibilità per la nostra associazione, sia da un punto di vista molto pratico di svolgimento delle attività, che da quello della stesura di progetti e di gestione amministrativa. Queste connessioni ci hanno dato tanto a livello di competenze, permettendoci di farci conoscere e nel contempo di conoscere e creare relazioni con nuove realtà. Quest’anno, ad esempio, alcuni dei nostri ragazzi sono stati coinvolti all’interno del Polo Educativo di Galbiate dove hanno attivato laboratori di giocoleria per i bambini della scuola.

Anche la connessione con l’amministrazione comunale si è molto ampliata: ci confrontiamo spesso sulle esigenze del territorio e dei giovani per la realizzazione di nuovi progetti, come accaduto per la mobilità sostenibile. Questa primavera, infatti, abbiamo incentivato i ragazzi a raggiungerci con i mezzi pubblici, offrendo il biglietto di ritorno per ogni biglietto di andata timbrato. Un’iniziativa che abbiamo intenzione di ripetere in futuro.

Quali sono i vostri obiettivi futuri?

Puntiamo a continuare a migliorarci e a crescere come associazione, strutturandoci sempre di più. Vorremmo sfruttare tutte le possibilità e le occasioni che ci si presentano, perché la soddisfazione di vedere tanti ragazzi e ragazze partecipare alle nostre attività e di essere coinvolti in tante iniziative sul territorio. In ultimo vorremmo costruire uno skatepark attraverso una nuova campagna di autofinanziamento: lo skateboard è un’attività fortemente aggregativa e inclusiva, oltre che spettacolare per il pubblico.

Un’ultima domanda… quali sono le caratteristiche di un Vibe?

Positività, vibrazioni solari, voglia di mettersi in gioco e di dedicare tempo agli altri. Un Vibe non ha paura di condividere le proprie passioni, anche se diverse, con gli altri giovani e essere motivato a fare qualcosa di positivo per il territorio e per i tanti giovani che lo abitano.

Potete seguire le attività della nostra associazione sui canali social:
Lo spot: IG @lospotgalbiate – FB: LoSpot Galbiate
Vibes: IG: @vibes_asd – FB: VIBES_asd