Mamme alla pari si raccontano

Mamme alla pari si raccontano

Nelle prime fasi di vita dei figli le famiglie, e in particolare le mamme, possono sentirsi spaesate, immerse in un intricato labirinto di consigli e informazioni spesso contrastanti. Nel momento della nascita e dei primi giorni, molte possono essere le incertezze e le paure, da affrontare in una dimensione completamente nuova, che sfida i neogenitori giorno dopo giorno: la gestione e l’accoglienza del neonato a casa, i ritmi sonno/veglia, la scelta della modalità di allattamento, le questioni pratiche legate all’allattamento al seno. Tutti elementi che spesso vengono vissuti con un senso di inadeguatezza che può causare sofferenza, a volte anche importante.

Un aiuto significativo può venire da altri genitori, che hanno vissuto in prima persona queste sfide: di questo si occupa il progetto “Mamme alla Pari”, nato dalla collaborazione tra il Centro per le famiglie del Comune di Lecco e il Consultorio Famigliare cittadino. Mamme che sostengono, confortano e aiutano altre mamme, mettendo a disposizione la loro formazione e la loro esperienza, con l’obiettivo principale di ascoltare, informare, accogliere e sostenere le neofamiglie in questo complesso viaggio verso la genitorialità.

Abbiamo raccolto alcune testimonianze di Mamme diventate alla Pari che hanno deciso di mettere il loro tempo a disposizione. “Durante la gravidanza, la mia più grande domanda era: sarò in grado di allattarlo?” ammette Anna. “Ho vissuto un parto lungo e faticoso. Al contrario, l’allattamento è stato del tutto semplice e senza grandi complicanze. Nicolò si è attaccato bene fin da subito, è successo tutto così naturalmente che nemmeno io ci credevo”.

Anna confessa di essersi sentita poco sicura nel dare consigli alle amiche in difficoltà che hanno scelto di smettere di allattare al seno. “Mi sentivo poco preparata e avevo ‘solo’ la mia esperienza dalla mia parte. Così ho deciso di partecipare al corso proposto dal Centro per le Famiglie e dal Consultorio. Sentivo la necessità di approfondire con nozioni più sicure e dettagliate, così da poter consigliare e supportare altre mamme che si trovavano in difficoltà.”

La collaborazione tra il Centro e il Consultorio Famigliare mira proprio a promuovere la conoscenza dei temi legati alla salute mamma-bambino, offrendo strumenti per prendere decisioni consapevoli e coerenti nel tempo. Il corso, della durata di 20 ore e basato sul modello Oms UNICEF, ha l’obiettivo di formare mamme volontarie che desiderano condividere la propria esperienza, diventando quindi un ponte tra la neomamma, l’ostetrica e i medici in generale. Il personale del Consultorio, infatti, è sempre al fianco di queste volontarie, pronte ad offrire aiuto e consulenze sanitarie a chiunque ne abbia bisogno.

“Quello che mi ha spinta a diventare Mamma alla Pari è il desiderio di non far sentire sole altre mamme durante questo delicato momento,” racconta Silvia. “La mia piccola Giorgia è nata da un cesareo. Si dice che dopo questo tipo di parto esista la possibilità di non poter allattare, ma io lo desideravo fortemente.” Nonostante le aspettative, Giorgia si è subito attaccata al seno, ma dopo due mesi Silvia ha sofferto di mastite e di altri problemi.

“Tutti mi consigliavano di smettere di allattare e di non soffrire. Ho stretto i denti per proseguire il mio sogno, anche grazie all’importante supporto e all’aiuto di Ale, il papà.

Da questa esperienza mi sono resa conto che a volte serve uno sguardo ‘neutro’ che ponga le giuste domande per trovare la motivazione per superare i momenti di sconforto che, per vari motivi, una mamma può incontrare. Una persona che ti possa abbracciare anche stando in silenzio.”

Proprio attraverso l’ascolto e l’aiuto “tra pari” si rinforzano le buone pratiche per la salute in famiglia e, nel contempo, si concorre a costruire una comunità amica dei bambini e delle famiglie. Il compito fondamentale della mamma alla pari è quello di accogliere le emozioni delle altre mamme; guidarle nella comprensione e nella gestione di tutto ciò che rientra nella fisiologia e ad aiutarle a riconoscere e gestire i problemi più comuni.

Insieme, Mamme alla Pari, infermiere, ostetriche e educatrici condividono l’obiettivo di potenziare l’autostima e la fiducia delle neomamme nelle proprie capacità genitoriali, agendo in ottica preventiva secondo le rispettive competenze professionali, per rendere la fase post nascita la più serena possibile.

Per avere un supporto dalle Mamme alla Pari è possibile scrivere a mammeallaparilecco@comune.lecco.it o chiamare il Centro per le Famiglie al numero 342 6392516