Focus Bilancio: L’Innovazione nei Servizi Educativi: L’Assistenza Educativa Scolastica e il Progetto di Vita

Focus Bilancio: L’Innovazione nei Servizi Educativi: L’Assistenza Educativa Scolastica e il Progetto di Vita

Dal 2022, Girasole ha avviato un processo di riorganizzazione del servizio di Assistenza Educativa Scolastica, promuovendo una progettazione integrata con Comuni, scuole, enti erogatori del servizio, servizi specialistici, famiglie e associazioni genitori. L’obiettivo principale è superare il solo approccio individuale allo studente con disabilità, favorendo invece una proposta articolata e differenziata, che ne sostenga il progetto di vita e che permetta di lavorare sull’inclusione scolastica in maniera differente, intervenendo direttamente sul contesto. 

Il servizio si distingue per l’attenzione alla persona nella sua globalità, alla sua famiglia e al suo contesto di vita fin dalle prime fasi, attraverso il lavoro congiunto del Coordinatore Pedagogico, del Servizio Sociale di Base e del Servizio di Aiuto all’Integrazione, che collaborano attivamente con la scuola e i servizi specialistici per costruire un Progetto Individuale, garantendo coerenza e continuità del percorso, anche al termine della formazione, sostenendo il delicato momento di passaggio in contesti non scolastici.  

Il modello d’intervento 

Il modello educativo di plesso offre diverse opportunità di accompagnamento e affiancamento, a seconda delle esigenze degli studenti con disabilità ma anche in generale dei contesti scolastici: 

  • Interventi educativi individualizzati; 
  • Attività educative di gruppo; 
  • Laboratori di classe, sia in parallelo che in verticale; 
  • Laboratori di plesso, con coinvolgimento di più classi; 
  • Progetti integrati con la rete dei servizi per la disabilità e altre opportunità extra-scolastiche. 

Ad ogni plesso scolastico possono essere assegnate una o più figure educative, in base al numero di studenti con disabilità, con un pacchetto di ore distribuito tra gli studenti certificati. Questo modello comporta un ripensamento e un’ottimizzazione dell’organizzazione dell’intervento educativo, permettendo agli educatori di operare in un numero ridotto di istituti, facilitando la costruzione degli orari settimanali, promuovendo relazioni continuative e collaborative con il corpo docente e rispondendo a più esigenze del contesto scolastico complessivo. 

Nel 2023 è stato utilizzato in 104 dei 176 plessi su cui Girasole ha attivo il servizio di AES (scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo e secondo grado), coprendo il 59% degli istituti e impegnando 110 figure educative.  

L’impresa ha promosso l’adozione di questo tipo di approccio attraverso un processo di coinvolgimento e confronto con tutte le parti interessate, che proseguirà anche nell’anno scolastico 2024/25.  

 

Approfondisci il processo di progettazione, il modello e i risultati raggiunti
scaricando il Bilancio Sociale di Rete 2023